ita | eng| 中國

Fiorentino è un antico centro edificato dai Catapani bizantini nel XI secolo quale baluardo difensivo contro incursioni e razzie. Insieme ad altri siti come Troia, Dragonara e Montecorvino , Fiorentino divenne anche sede vescovile. Abbandonato nel tardo Medioevo, è divenuto un importante sito archeologico, celebre soprattutto perché il 13 dicembre 1250 qui si spense l’Imperatore Federico II di Svevia all’età di 56 anni. Durante una battuta di caccia, l’imperatore venne colto da un male violento: le sue gravi condizioni non gli permisero di rientrare nella reggia di Foggia e si decise di ricoverarlo a Castel Fiorentino, la più vicina residenza imperiale. Gli era stato predetto che sarebbe morto in un luogo il cui nome contenesse la parola “fiore” e così fu. Lì dove oggi si scorgono solo ruderi, sembra che un tempo sorgesse un borgo popolato da un intenso agglomerato, che si estendeva fino alle mura di cinta. Gli edifici più importanti erano senza dubbio il palazzo di Federico II e la cattedrale. Alla strada principale, detta “magna platea”, se ne aggiungeva una meno larga , nota come “platea vicinalis”, e numerosi vicoli secondari. In epoca normanna, Fiorentino conobbe una notevole espansione urbanistica con la nascita di un sobborgo ad est dell’abitato detto “Carunculum”.